Intervista a MOLINARI

La partecipazione di Molinari ad ICE 2016 rappresenta una scelta particolare: Molinari è un marchio tutto italiano che identifica un prodotto, la sambuca. Qual è il ruolo del distributore per un’azienda come la vostra il cui prodotto di punta, in realtà, si presenta da solo ed ha già un mercato ben definito?

Molinari è da sempre sinonimo di Sambuca, ma in realtà è anche Molinari al caffè, Limoncello di Capri, Vov, Ceschia e molto altro. ICE rappresenta una vetrina importante per tutti i nostri prodotti, per quanto riguarda sambuca Molinari abbiamo approfittato dell’evento per presentare nuovi cocktail.

 

Molinari ha anticipato i tempi per quanto concerne il consumo moderato e responsabile di alcolici: “bere troppo fa male, bere male fa peggio, bevi poco ma bevi, bevi Molinari”. In che modo è possibile mettere in piedi una politica aziendale equilibrata tra la necessità di aumentare i volumi e quella di limitare gli eccessi nel consumo di alcolici?

L’adagio pronunciato da Walter Chiari è rimasto memorabile. Questo messaggio, estremamente importante per noi, qualche anno fa è stato ripreso ed attualizzato dando vita a “Se bevi troppo non vedi chiaro”, una campagna sociale dedicata soprattutto ai più giovani attraverso la quale abbiamo voluto sottolineare l’importanza di degustare gli alcolici con moderazione e lentezza, senza eccedere nelle quantità, così da apprezzarne meglio il gusto e gli aromi.

 

Molinari è un’azienda attenta alla comunicazione e all’immagine: non solo pubblicità ma anche cura del dettaglio per la riconoscibilità delle vostre bottiglie. Ci saranno novità nei prossimi mesi?

Per quanto riguarda la comunicazione è già on air il nuovo tutorial della campagna “Special Trainer”, il cui protagonista è sempre José Mourinho, anche per il 2016 ambasciatore del brand e dei suoi valori. In questo nuovo episodio il trainer portoghese si rivolge a tutti quelli che, in modo più o meno consapevole, hanno modificato il proprio linguaggio, certamente influenzati da una tecnologia che da un lato semplifica la vita e dall’altro inevitabilmente allontana da una sana normalità. Ma José Mourinho ha un sistema infallibile per far recuperare uno stile di vita più semplice e ce lo racconta con la sua consueta e graffiante ironia.

 

“Chi dice sambuca dice Molinari” e non solo…Parliamo degli altri prodotti nel portafoglio Molinari.

All’interno della nostra gamma diversi prodotti, tutti caratterizzati da forte tradizione, unicità e distinitività. 

Limoncello di Capri, il limoncello più bevuto nei bar e ristoranti italiani, 100% naturale, senza coloranti né conservanti, fatto con le sole bucce dell’ovale di Sorrento I.G.P. e con il controllo integrale di tutta la filiera produttiva.

Tutto ciò sarà a breve visibile da vicino presso il nuovo stabilimento produttivo “La fabbrica Trasparente” a Meta di Sorrento, che verrà inaugurato nei prossimi giorni.

Il Gin MG, prodotto con sistema London dry, dalle elevate caratteristiche qualitative, bilanciato ed omogeneo è ottenuto grazie a dei particolari alambicchi costruiti su disegni originali del 1942. 

La Vodka Tovaritch!, prodotta in Russia, è la vodka più premiata al mondo con le sue 80 medaglie. Ottenuta esclusivamente da cereali “Luxe”, senza glutine, viene distillata 5 volte. 

L’assenzio Xenta Absenta, il liquore maledetto degli artisti parigini dell’epoca bohèmienne, con la sua ritualità di consumo è tornato ad affascinare i giovani di oggi. Ottenuto dall’infusione di foglie di Artemisia Absinthium e miscelato con anice stellato e coriandolo, è l’ingrediente ideale per originali cocktail.

Nel 2012 abbiamo acquisito lo storico Marchio VOV, prodotto ancora con la ricetta originale, senza l’aggiunta di coloranti né conservanti e poi Ceschia, antica distilleria friulana che nasce nel 1886. Oltre alle grappe tipiche nell’originale bottiglie impagliata, la linea Nemas in versione classica e barricata, dal gusto raffinato e dalla grande personalità. 

Infine l’Elisir Gambrinus che Molinari distribuisce dal 2013. Un prodotto unico al mondo che vanta 165 anni di storia, un vino liquoroso dal color rosso rubino ottenuto da materie prime naturali come il vino Raboso di Piave.


In cosa consiste la vostra collaborazione con il programma Bartendency di Fox?

Bartendency è un tour attraverso il nostro Paese alla scoperta dei locali più esclusivi e dei cocktail più originali con un’unica missione: trovare il miglior bartender d’Italia, in palio il titolo di Molinari Ambassador 2016.
A giudicare i concorrenti, scelti attraverso un casting online, sono la conduttrice radio LaMario e il bartender Alessandro Procoli che valutano stile, tecnica di miscelazione e originalità dei cocktail proposti. 
Due bartender per città, una città per episodio. Da Palermo a Torino, passando per Napoli, Bologna e Milano vedremo i 10 concorrenti sfidarsi a colpi di shaker per avere l’opportunità di partecipare alla finale che si terrà a Roma.
Bartendency non è solo una gara: è l’occasione per scoprire i segreti di una professione affascinante e in continua evoluzione. Attraverso le storie dei concorrenti, affronteremo un viaggio tra i ritmi e le sfide quotidiane di ogni bartender, alla scoperta dei quartieri più frequentati dalla “movida” delle diverse città e dei segreti dei cocktail più originali e innovativi e scopriremo gli infiniti utilizzi di Sambuca Molinari in miscelazione.

Torna indietro